Conosci gli AQUABAGS?

Tra i quattro cardini del Functional Training troviamo "richiesta di controllo motorio" e "massiccia attività della cintura addominale (core)". E' difficile trovare strumenti che meglio degli Aquabags consentano di rispondere a tali principi.
Il controllo neuromuscolare viene stimolato e migliorato con gli Aquabags attraverso la costante destabilizzazione di tipo discendente. Il movimento dell'acqua all'interno dei Bullets (gli attrezzi cilindrici) durante gli esercizi fa sì che il centro di gravità dell'attrezzo sia in continuo spostamento. Dovendo fare i conti con tale instabilità, quindi con la richiesta di rapido ripristino degli equilibri, il sistema neuromuscolare è costretto a compiere un lavoro "extra" affrontando schemi di controllo complessi e impegnativi anche quando l'attrezzo è di peso relativamente modesto. La cintura addominale, che è la "centrale di scambio" delle forze, assorbendo le sollecitazioni esterne e riequilibrando di conseguenza l'assetto del corpo, viene sollecitata in maniera altamente funzionale.
Oltre a rafforzare il core, rendendolo più efficiente e "abile", l'allenamento con gli Aquabags migliora la resistenza generale ed ha effetto preventivo nei confronti degli infortuni, specie quelli che derivano da uno scarso controllo della parte centrale del corpo.

Gli esercizi possibili con i Bullets sono molti: dal clan & jerk allo snatch in stile pesistico adattato, dai movimenti di torsione e rotazione agli esercizi monopodalici e affondi, fino ad arrivare alle più complesse combinazioni di movimenti e ai salti.
Già da anni nei nostri programmi utilizziamo questi attrezzi. Abbiamo cominciato con gli atleti (arti marziali, ginnastica artistica, pallamano) ottenendo risultati importanti per poi, più recentemente, inserire gli esercizi con gli Aquabags all'interno dei nostri circuti funzionali di Cross Training per il fitness e lo sport.
In conclusione utilizzare gli attrezzi ad acqua in modo appropriato costituisce un modo di allenarsi volto principalmente agli aspetti coordinativi della forza, con influenze positive anche sugli aspetti metabolici dell'allenamento e sulla prevenzione.